Lezj Vibe live @Ex Libris

Lezj Vibe

Terzo giro all’Ex Libris per i Lezj Vibe Cut!
Appuntamento alle ore 22
Sempre belli, sempre pronti.

Il repertorio dei LVC è fatto di post rock, dance, swing e altre cosucce fuse insieme in un mood acustico danzante con sax e percussioni
Ernest Lanzafame (voce, percussioni)
Dario Comparetto (chitarre)
Emanuele Maugeri (sax/chitarra)

Jam Session Exlibris

Come to Jam Session

Vi aspettiamo questa sera all’Exlibris per una Jam Session libera e unica nel suo genere, per partecipare basta  partecipare all’evento, contattarci tramite Facebook, presentarsi con un amico, insomma…l’importante è esserci.

Sul nostro palco troverete una batteria, una chitarra ed un basso, portate i vostri strumenti se preferite, sentiatevi liberi di esprimervi come volete.

Mercoledì 10 maggio- “1917-2017 , 100 anni di Jazz” Omaggio a Nick La Rocca – Jazz & Birra

Mercoledì 10 maggio Nicola Giammarinaro al Clarinetto e Franco Giannola, al Banjo, renderanno il loro omaggio a Dominic James detto “Nick” LaRocca, considerato il padre del jazz e primo della scuola dei jazzisti siciliani. A seguire, jam session.

Direzione artistica: Giacomo Tantillo

Per capire chi sia Nick La Rocca, Renzo Arbore produsse il documentario “Da Palermo a New Orleans, e fu subito Jazz”, che racconta come a Nick La Rocca sia attribuito il merito di essere stato un precursore del jazz.

Nick La RoccaLa leggenda narra  come Nick con il suo gruppo compose moltissimi brani tra cui Dixieland Jass One Step e Livery Stable Blues pubblicati dalla RCA Victor, e la famosissima Tiger Rag che catturò milioni di ascoltatori e offerte da tutti gli USA.

Nel 1919 la Original Dixieland Jazz Band si esibì a Londra come orchestra ufficiale della Victory Ball per festeggiare al Savoy Hotel la firma del Trattato di Versailles, che pose fine alla prima guerra mondiale: la band suono davanti la famiglia reale di Giorgio V che ne rimase estremamente affascinato; nello stesso anno furono incisi 17 brani per la Columbia Britannica.

Nel 1920 fece il suo rientro trionfale a New York dove continuò vivissimo il suo successo, finché nel 1922 cominciò a manifestarsi un forte movimento contro il jazz: Nick e la sua band decisero di trasferirsi ad Harlem dove le leggi anti-jazz furono approvate solo nel 1925, anno in cui decise di sciogliere il gruppo.

Per ben 10 anni sospese ogni attività musicale, riprese solo nel 1936: continuò la sua carriera per altri due anni finché nel 1938 decise di sciogliere la band definitivamente; nello stesso anno, l’ormai cinquantenne Nick, che si considerava il creatore del jazz e il Cristoforo Colombo della musica, conobbe Ruth, una giovane ragazza di 20 anni, i due si sposarono ed ebbero ben 6 figli tra i quali solo James Dominik continua ancora oggi la carriera del padre.

Sofferente di cuore, morì a New Orleans nel 1961 all’età di 72 anni.

Tributo Queen – Atti Pubblici in Luogo Osceno

Evento Atti Pubblici in luogo osceno

Gli Atti Pubblici in Luogo Osceno sbarcano da Ex Libris, venerdì 5 maggio, per una serata d’omaggio ai Queen, in cui vi potrete divertire a fare gli omosessuali oppure a coltivare un bellissimo paio di baffi sulla vostra faccia.

Basta che se ballate lo fate sui tavoli, non lasciate sporco a terra e date una mancia alla cameriera. Lei vi ripagherà con un sorriso, ma se lasciate una recensione sulla pagina di Ex Libris, il caffè o uno shot ve lo offre Leonardo.

Gli Atti Pubblici In Luogo Osceno sono un gruppo di denuncia, ma non denunciano un bel niente. Sono un gruppo satirico ma non fanno la solita satira.

Esasperano ciò che è già esasperato di suo, mettendo in risalto aspetti, profili e situazioni della vita quotidiana che il più delle volte (non sempre) si rivelano squisitamente inutili e dei quali, spesso e volentieri, a nessuno importa un ortaggio.

Da qui il nome, evidente storpiatura della celebre locuzione penale “atti osceni in luogo pubblico”.
Tuttavia, il nome del gruppo non ha un significato dissimile dalla sopra ricordata formula giuridica. Si tratta di una presa di coscienza, derivata da una matura osservazione della realtà moderna: ciò che è osceno, nel senso più largo del termine, viene ormai effettuato senza alcun ritegno o pudore e senza suscitare sdegno o critica da parte degli spettatori.
Diviene, in altre parole, “pubblico”.
Di conseguenza, un luogo dove vengono compiuti pubblicamente atti osceni, diviene un luogo “osceno”. Da qui l’inversione dei due aggettivi.

Antonio Tralongo – voce
Alessandro Siragusa – tastiere, lap steel guitar
Gioacchino D’Amico – chitarra
Giuseppe D’Amico – batteria
Gabriele Lo Iacono – basso

“Il coraggio è Donna”, con Giusy La Piana. A cura del gruppo I Coraggiosi Bagheria.

Il Coraggio è Donna

La rassegna “Il Coraggio è Donna” si apre con Giusy La Piana e offre la possibilità al territorio di acquisire testimonianze di vita, professionali e culturali di donne del territorio che con coraggio, tenacia e talento si distinguono ogni giorno in diversi ambiti

giusy la pianaGiornalista e scrittrice, è autrice di saggi, testi teatrali, televisivi e musicali., Giusy La Piana è specializzata in Scienze criminologico-forensi, Psicologia investigativa, giudiziaria e penitenziaria. Criminologa della Società Italiana di Criminologia, ha condotto ricerche su cultura, scrittura e strategie di comunicazione mafiosa.

All’Exlibris il calendario di incontri culturali “il coraggio è Donna” a cura del gruppo I Coraggiosi Bagheria.

Il Coraggio è Donna

In occasione dell’inaugurazione della nuova sede sabato 1 aprile, il gruppo dei Coraggiosi di Bagheria ha presentato il calendario di eventi “Il Coraggio è Donna “. Gli incontri, destinati al confronto e alla crescita della città si svolgeranno presso l’Exlibris, nuovo risto-pub con una forte impronta culturale, trattandosi del primo caffè letterario con biblioteca free a Bagheria.

La rassegna “Il Coraggio è Donna” offre la possibilità al territorio di acquisire testimonianze di vita, professionali e culturali di donne del territorio che con coraggio, tenacia e talento si distinguono ogni giorno in diversi ambiti

Ecco i primi appuntamenti in programma:

giusy
27 Aprile Giusy La Piana (giornalista e scrittrice)

 

Elisa
4 maggio Elisa Martorana (artista e fotoreporter);

 

lidia
18 maggio Lidia Vivoli (sopravvissuta al femminicidio).

La rassegna di incontri “Il Coraggio è Donna” diviene anche occasione per valorizzare e sostenere l’imprenditoria giovanile in un territorio, il nostro, che deve puntare sulle proprie risorse per scrivere il proprio futuro.

Ecco perché abbiamo scelto l’Exlibris come location, una nuova attività, avviata da un gruppo di giovani musicisti e artisti bagheresi, i quali hanno scommesso sulle proprie passioni, concependo un’impresa come vero e proprio strumento di divulgazione di arte e cultura.

All’Exlibris è possibile sorseggiare un drink o degustare un aperitivo avendo a propria disposizione strumenti musicali e libri, magari ritrovandosi nel bel mezzo di una Jam Session.

Questa è la Bagheria che vogliamo, con il nostro calendario culturale ci auguriamo di poter riproporre alla nostra città pomeriggi intensi come quelli che hanno fatto la storia della nostra Baarìa.

Mercoledì 24 maggio – RANDISI WORKER MEET FRANCESCO PATTI – Jazz & Birra

Worker randisi meet Patti

Ultimo giro della rassegna Jazz & Birra con il duo Randisi-Worker che questa sera si propone in formazione con Francesco Patti. A seguire, jam session di tutti i musicisti presenti in sala per divertirsi fino a notte fonda.

Direzione Artistica: Giacomo Tantillo

 

Kate WorkerKate Worker, brillante cantante siciliana, vincitrice del MyWay Festival 2016 e dal background legato alla musica britannica è una calda voce inserita nel nucleo del prestigioso The Brass Group, attualmente una delle realtà jazz maggiori a livello nazionale.

 

 

 

Riccardo Randisi, docente di pianoforte jazz al Conservatorio V. Bellini di Palermo, figlio del grande Maestro Enzo Randisi ed oggi pianista dell’Orchestra Jazz Siciliana, è uno tra i più virtuosi musicisti del panorama, vantando prestigiose collaborazioni con i maggiori musicisti del panorama musicale nazionale ed internazionale.

 

 

Francesco PattiFrancesco Patti nasce a Palermo nel 1994. Nel dicembre 2010 vince la borsa di studio come miglior talento alla prima edizione del concorso “Pippo Ardini” di Palermo. Lo stesso anno, al concorso nazionale di Vittoria, conosce il batterista Stefano Bagnoli che decide di costituire con lui e Giuseppe Cucchiara, il proprio trio: “Stefano Bagnoli We Kids Trio” con il quale registrano il cd omonimo due anni dopo. Nel 2012 vince il “Premio Internazionale Massimo Urbani 2012”, vince la borsa di studio a Umbria Jazz 2012 per il “Berklee Five Week Program” a Boston e il “Premio del pubblico” al concorso nazionale “Chicco Bettinardi 2012″ di Piacenza.

Ramagu Trio – Jazz & Birra – Mercoledì 26 aprile

Ramagu Trio

Proseguono le serate della rassegna “Jazz & Birra”, con i Ramagu. Una serata che ci porterà attraverso un repertorio che va dai classici standard Jazz fino alle contaminazioni del Latin Jazz, con brani di Cedar Walton, Herbie Hancock, Kenny Garrett, Tito Puente e a seguire, jam session. In formazione:

Orazio Maugeri, sax
Riccardo Randisi, piano
Guna Sergio Cammalleri, percussioni

Direzione artistica, Giacomo Tantillo.

 

Orazio MaugeriOrazio Maugeri, sassofonista siciliano nato a Catania nel 1964, ha conseguito il diploma di clarinetto nel 1984 al Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo. Vanta una vasta attività concertistica e discografica con musicisti italiani e stranieri, dalla musica Jazz alla musica Etnica, dalla musica d’Autore alla musica Contemporanea. Nel 1982 è 1° Sax Alto nella Reinhardt Jazz Studio di Palermo diretta da Claudio Lo Cascio. Dal 1983 al 1986 svolge attività concertistica con la Brass Group Big Band (attualmente chiamata Orchestra Jazz Siciliana), Paolo Lepore, Archie Sheep, Mel Lewis, Sam Rivers, Ernie Wilkins, Tony Vella, Toshiko Akijoshi, Gil Evans e Bob Brookmeyer. Nel 1987 partecipa al festival Umbria Jazz ’87 con la band latin-jazz “Guna Band” e nel 1988 collabora con Carla Bley e Steve Swallow partecipando (in giugno) al Festival Internazionale del Jazz di Sanremo. (continua)

Riccardo RandisiIl Maestro R. Randisi ha effettuato più di 500 concerti come pianista per conto delle seguenti associazioni:
– Amici della Musica di: Palermo, Vittoria, Castelvetrano, Bari, Taranto, Termini Imerese, Brass Group di Palermo, Messina, Agrigento, Teatro Massimo di Palermo e Bellini di Catania.
– Nel 1997 in occasione della visita a Palermo del presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, Il Maestro R. Randisi si è esibito presso il Centro Paolo Borsellino dirigendo il coro dei ragazzi del centro.
– Nel 1999 con decreto del 9/3/99 Il Maestro R. Randisi è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica per meriti musicali (continua)

 

Guna Sergio CammalleriSergio Cammalleri in arte “Guna”, è nato a Palermo nel 1961 e  si dedica fin da giovanissimo alle percussioni. Studia con continuità seguendo la strada di grandi maestri come Los Papines, Airto Moreira, Ray Mantilla, Steve Thorthon, affascinato da tutte le migliori combinazioni che nella fusione tra il jazz e le sonorità latine sono state realizzate. Si avventura quindi con decisione al ritmo latino. Forma con Alfonso Viera il “Brasilian Samba Sound”.  E’ ospite dell’orchestra della Nato durante i tour che questa effettua in Sicilia. Partecipa a numerosi workshop con Steve Grossman e si esibisce in varie occasioni con il suo maestro Ray Mantilla. Nel 1985 costituisce la “Guna’s Band” coinvolgendo buona parte dei musicisti più rappresentativi dell’isola (Diego Spitaleri, Riccardo Lo Bue, Paolo Mappa, Giuseppe Bellanca, Orazio Maugeri, Stefano D’Anna, Elvio Ghigliordini, Gianni Gebbia, Marvi La Spina, Salvatore Pizzurro, Vito Giordano, Domenico e Nico Rina). Con questa formazione Guna realizza una linea musicale estremamente aperta e sensibile alle più svariate influenze Pop, Jazz, Fusion, il tutto sintetizzato alla luce Latin Sound. (continua)

Giacomo Tantillo 4et – Jazz & Birra – Mercoledì 12 aprile

Giacomo Tantillo 4et 12 aprile

Comincia la Rassegna Jazz dell’ Exlibris, in via Dante 20E, con la direzione artistica di Giacomo Tantillo. Primo appuntamento mercoledì 12 aprile a partire dalle 21 con un quartetto degno delle migliori sale concerti d’Europa composto da:

Giacomo Tantillo, Tromba
Andrea Rea , Piano
Giovanni Villafranca , Contrabbasso
Paolo Vicari, Batteria

Subito dopo il concerto, jam session libera

Giacomo TantilloHo incontrato Giacomo 2 anni fa, all’Umbria Jazz 2012. Stavo giocando in una jam session in un club di Perugia e si è seduto in un paio di volte, sembrava eccellente. L’anno scorso Giacomo ha fatto un ottimo lavoro nella mia ensemble.
Non era l’unico trombettista del campo, ma senza dubbio il miglior musicista. Non mi piace parlare in termini di “migliore” nella musica ma in realtà suona come un musicista professionista. Grande suono, vasto repertorio, lettore impeccabile, vasta gamma. Ha una grande attitudine pure, lui era molto disponibile a tutti gli studenti e me.
Mr. Tantillo è già una stella nascente in Italia. La sua curiosità, il talento e la disciplina faranno di lui un musicista eccezionale in un prossimo futuro. Ha il potenziale per una grande carriera nella musica e sarà una risorsa per la nostra istituzione.”
Fernando Huergo
Professor, Bass Department

 

Andrea ReaAndrea Rea è pianista di Pomigliano díArco, inizia lo studio del pianoforte all’età di 9 anni con il M° Dino Massa tramite il quale coltiverà la passione per la musica jazz. Successivamente studia armonia con Gianluigi Goglia e musica classica col M° Armanda Desidery. Ha seguito seminari di noti musicisti(Geroge Cables,Kenny Barron,Barry Harris,Dado Moroni,Maurizio Giammarco).Ha lavorato come pianista in diversi spettacoli teatrali.. Ha collaborato frequentemente con il Sorrentino Quartet Jazz e con loro nel 2003 ha vinto la sezione emergenti del Baronissi Jazz Festival.Vince inoltre il concorso per gruppi emergenti del Tuscia in Jazz 2006,2007 col trio denominato “Mr.logic” e nello stesso vince il contest jazz del “Teano Jazz Festival” con l’Habana latin band.Nel 2007 vince con l’Ostinato 4et il concorso Chicco Bertinardi sez. B di Piacenza. Nel 2007 Ë il vincitore del prestigioso premio internazionale “Massimo Urbani” PIMU11.

 

Giovanni VillafrancaGiovanni Villafranca è il contrabbassista più ricercato dell’isola, è stato tra i vincitori del Premio Nazionale delle Arti 2013 sezione Jazz e vanta decine di collaborazioni con tutti i maggiori esponenti del jazz italiano nel mondo

 

Paolo VicariPaolo Vicari, batterista, lavora come docente di batteria jazz al Conservatorio di Musica di Ribera, l’ ISSM A. Toscanini e batterista dell’orchestra jazz siciliana, collabora attivamente con la Fondazione The Brass Group  ha studiato presso Institut Jazz – Kunstuni Graz e il Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo